Dall’automobile-ufficio, al Dhl che recapita i pacchi in vettura, al navigatore per visualizzare le chiamate in moto. Le innovazioni che cambieranno le nostre abitudini

di Ilaria Salzano - La Repubblica

auto_connessaSmartphone, tablet, smartwatch. Chi più ne ha più ne metta nei 150.000 mq di esposizione dell’IFA, la fiera dell’elettronica di consumo sotto i cieli di Berlino fino al 7 settembre. Ma quest’anno – 56esima edizione – protagonista è anche il nuovo mondo dell’automotive. Quello 4.0. Quello che lavora per semplificarci la vita sulle strade, a quanto dicono.

Una delle tante case automobilistiche che investe sulle auto “intelligenti” è Mercedes. “Stiamo lavorando affinché le nostre vetture diventino macchine del tempo… di qualità”, dice Dieter Zetsche, numero uno di Daimler, fiondato al salone per il discorso di apertura. Ama guidare, ovvio, ma sa come lo stare molto tempo al volante, la ricerca del parcheggio nella quotidianità ad esempio, crei dei limiti al conducente. “Ora si potrà essere più produttivi a bordo”, annuncia alla platea di 50 paesi. Ad ognuno - nonostante i diversi usi, le abitudini di acquisto - appare già un sogno proibito. Una volta chiusa la portiera Mercedes punta alla sincronizzazione dei dati di lavoro con Microsoft Exchange: “Sarà l’auto stessa a ricordavi che avete una conference call e a comporre il numero: un’intelligenza artificiale in grado di offrire suggerimenti sulle chiamate da effettuare sulla base di messaggi di posta elettronica”, continua il presidente. Chiameranno questo sistema In-car. E quando questo ufficio-mobile prenderà il sopravvento il servizio ha tutte le prospettive per diventare una piattaforma per attività più ampie, come FaceTime per capirci. Per la guida quotidiana, inoltre, il marchio ha pensato a sedili speciali con cuscini in movimento, così da non tenere il corpo in posizione stazionaria troppo a lungo. In attesa di toccare con mano le prossime novità, per le vetture dei giorni nostri (nello specifico dal 2011) ci ha pensato TomTom: si chiama Curfer il dispositivo che, connesso alla porta odb, monitora le prestazioni del veicolo, permettendo di risparmiare carburante, freni e gomme, e promuovendo uno stile di guida corretto. I dati vengono riportati sull’app dello smartphone con un programma che procede per “obiettivi”, anche condivisibili sui social. Curfer, inoltre, offre un sistema di geolocalizzazione per ritrovare la propria auto parcheggiata, e un controllo continuo di parametri come la tensione della batteria, la temperatura dell'olio, il carico del motore con conseguenti alert. Per la navigazione, già in vendita con il lancio, il TomTom Go: un navigatore intelligente con connessione Wi-Fi integrata. Gli aggiornamenti a mappe, autovelox e traffico saranno gratis, senza limiti di tempo e soprattutto senza bisogno di connettere il dispositivo al computer: il vero limite del dispositivo finora. Infine ora il sistema di riconoscimento vocale fornisce risposte immediate e memorizza le abitudini di guida, prevedendo i percorsi del conducente. Per chi predilige le due ruote debutta poi il Tom Tom Vio: il navigatore satellitare resiste alle intemperie, è touch e, montato sul manubrio o sullo specchietto, risponde alle pressioni anche effettuate con i guanti. Si connette allo smartphone – solo Android e iOS ora – offrendo indicazioni turn-by-turn. Novità: sullo schermo visualizza anche le chiamate in arrivo. Ovviamente non le notifiche relative a sms e chat. La sicurezza in strada rimane sempre la prima cosa.

© 2016 - 2018, . All rights reserved,

Print Friendly
Preventivo veloce Auto
News
Info sinistri

Translate »
Open chat
1
Hai bisogno di aiuto?
Ciao. Possiamo aiutarti?